066290034 info@3cpiua.com

RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

 

  • IL PAVIMENTO PELVICO

  • COSA ACCADE QUANDO IL PAVIMENTO PELVICO SI INDEBOLISCE

  • LA RIABILITAZIONE

 

IL PAVIMENTO PELVICO


pavimento pelvico Il Pavimento Pelvico o Perineo, molto spesso sottovalutato e poco conosciuto dalle donne, è un complesso sistema muscolare che chiude in basso la parte pelvico-addominale. Si riscopre questa parte nascosta del corpo generalmente in momenti critici della vita di una donna, nel momento del parto quando viene sottoposto ad Episiotomia, nel post-parto con problemi di incontinenza o durante la menopausa, i cui cambiamenti fisici e ormonali possono portare ad un suo prolasso.

In realtà è una parte importante, costituita da muscoli, tessuto connettivo e legamenti che ha la funzione di sostenere gli organi pelvici come Vescica , Utero e Retto, permettere la defecazione e la minzione e aiutare la sessualità femminile.

È una struttura dinamica che mantenendo sempre un’adeguata tensione muscolare interna riesce a svolgere i suoi importanti compiti di sostegno.

Facciamo di più…la Visita Specialistica a 50 €

Contattaci

COSA ACCADE QUANDO IL PAVIMENTO PELVICO SI INDEBOLISCE


pavimento pelvico Si possono verificare varie situazioni:

  • incontinenza urinaria
  • prolasso
  • dolori lombari
  • disfunzioni sessuali

e la vita quotidiana cambia.

Per questo motivo le donne dovrebbero conoscere meglio il loro perineo e prepararlo in modo da poterlo controllare nelle azioni giornaliere come un colpo di tosse, il sollevamento della spesa, la palestra, tutte azioni che aumentano la pressione interna di questa parte del corpo.

LA RIABILITAZIONE


 

Oggi, a differenza di anni fa in cui si interveniva con l’intervento chirurgico o con rassegnazione indossando dei pannolini, è possibile intervenire con programmi di riabilitazione che mirano a ristabilire l’equilibrio di questi muscoli e che sono:

  1. Fisiochinesiterapia, il programma di fisioterapia che prevede l’allenamento dei muscoli pelvici con tre fasi: riconoscimento muscolare; allenamento del muscolo con esercizi di contrazione e rilassamento, sono conosciuti come gli esercizi di “Kegel”, che aumentano anche il flusso sanguign in questa parte.; uso del muscolo.
  2. Elettrostimolazione, è una tecnica passiva utilizzata quando c’è difficoltà di automatizzare la contrazione volontaria di questi muscoli.
  3. Biofeedback, consiste sempre in esercizi di contrazione e rilassamento muscolare ma con l’aiuto di un computer. Questo permette un doppio monitoraggio perché riesce a valutare non soltanto il lavoro svolto dal paziente e anche tutti i movimenti involontari di cui il paziente stesso non si accorge, ma identifica anche se si stanno utilizzando i muscoli addominali invece che il perineo e quindi correggere l’esercizio.
  4. Correzione della postura e di tutti quegli errati atteggiamenti posturali che possono provocare una inadeguata funzionalità dei muscoli del pavimento pelvico.